Per tatuarti non devi:

  • Soffrire di cuore, epilessia o presentare segni di malattie trasmissibili (in caso di dubbi dovrai presentare un certificato medico)
  • Aver assunto sostanze farmaceutiche e non, incompatibili con il presente intervento o, in ogni caso, tali da poter determinare allergie
  • Essere sotto l’influenza di alcool o sostanze stupefacenti
  • Avere impedimenti fisici o mentali che possano influenzare il tuo stato di salute e la decisione di farti tatuare.

Non si tatuano donne in gravidanza/allattamento e ragazzi minorenni che non siano accompagnati dai genitori. Inoltre non si possono praticare tatuaggi su nei e su parti in cui la cute presenta un processo infiammatorio in atto.

Se sei un donatore non potrai donare per 12 mesi dal giorno della seduta.

Per affrontare al meglio il periodo successivo alla seduta, al fine di garantire una corretta guarigione del tatuaggio devi:
– Rimuovere il bendaggio dopo un paio d’ore e lavare la parte tatuata con acqua tiepida e sapone liquido (meglio se neutro, perfetto può essere il detergente intimo).
– Asciugare tamponando e applicare un leggero strato di crema (consigliamo il Bepanthenol) massaggiando delicatamente fino a completo assorbimento.
– Effettuare questa procedura 4/5 volte al giorno per almeno una settimana/dieci giorni (tempo medio in cui un tatuaggio cicatrizza).

N.B. Un tatuaggio, per quanto superficiale, è una ferita di conseguenza occorre prestare massima attenzione all’igiene. Si consiglia di lasciare il tatuaggio scoperto e all’aria il più possibile, qualora non fosse possibile di tenerlo a contatto con indumenti di cotone puliti (evitare tessuti sintetici). La fase della guarigione è molto delicata; il vostro contributo è fondamentale per una buona guarigione.

Durante il periodo di guarigione devi assolutamente evitare:
– Bagno in piscina e mare; terme, saune ecc.
– Esposizione ai raggi UV sia naturali che artificiali.
– Contatto con prodotti aggressivi a base di alcool e cloro.
– Di grattare e rimuovere pellicine o eventuali crosticine: si staccheranno da sole al momento opportuno.